Energia rinnovabile

Tra gli innumerevoli impianti che utilizzano energie rinnovabili, la Bani Volonghi propone principalmente:

  • Pompa di calore ad aria/acqua
  • Pompa di calore geotermica
  • Generatori a biomassa (stufe, caldaie e camini a legna e pellet)
  • Impianto solare termico

 

E non solo…

 

COSA SONO le energie rinnovabili: Sono fonti energetiche alternative (sole, vento, biomassa, risorse idriche e geotermiche) ai combustibili fossili.
Il termine rinnovabile indica proprio il fatto che sono energie rigenerabili e non esauribili e soprattutto meno inquinanti e rispettosi dell’ambiente

Negli ultimi anni lo Stato ha incentivato l’uso di queste tipologie di impianti ed ha imposto alcuni limiti:

  • Decreto legislativo 28/2011: Obbligo, per le nuove abitazioni o ristrutturazioni rilevanti, di installare  impianti alimentati ad energie rinnovabili.
  • Dal primo gennaio 2017 i  generatori devono riuscire a soddisfare il 50% dei consumi previsti per la produzione di acqua calda sanitaria, riscaldamento e raffrescamento.

 

PERCHE’ UTILIZZARLI: Il principale vantaggio delle fonti rinnovabili è la loro capacità di fornire l’energia di cui abbiamo bisogno per le nostre attività senza compromettere il futuro dell’ambiente in cui viviamo, infatti il loro utilizzo non comporta nessun tipo di emissione di anidride carbonica e di altri agenti inquinanti. La scelta delle fonti rinnovabili è quindi soprattutto una scelta responsabile nei confronti delle generazioni future, dei nostri figli e dei nostri nipoti.

 

  • La pompa di calore rappresenta una delle principali soluzioni per garantire il massimo del comfort domestico, permettendo di ottimizzare i consumi dell’impianto di riscaldamento immagazzinando il calore dall’ambiente esterno e veicolandolo all’interno dell’unità abitativa, inoltre può però funzionare anche per il raffrescamento degli ambienti. Questo si traduce in una diminuzione dei consumi di energia e di conseguenza anche dei costi in bolletta a fine mese.
    Le pompe di calore geotermiche utilizzano il terreno come fonte primaria di energia, sono caratterizzate da compatibilità ambientale e riducono significativamente i costi di produzione di energia termica e acqua calda sanitaria. Per svolgere questi servizi le PdC usano solo energia elettrica, e con un’efficienza altissima. Ciò che cambia fra PdCGeotermiche e PdCAcqua/aria è la sorgente del calore: la prima lo estrae dal sottosuolo, a decine di metri di profondità, la seconda invece dall’aria esterna. Questo fa una enorme differenza, in quanto la temperatura del sottosuolo, alle profondità usate dalle PdCG, intorno ai 100 metri non subisce variazioni climatiche, consentendo al generatore di funzionare sempre a regime costante e quindi al massimo rendimento. L’aria usata dalle PdCA, invece, varia enormemente di temperatura durante giorni e stagioni ma risulta essere una soluzione più economica.

  • Le biomasse legnose sono un combustibile naturale proveniente da residui di lavorazioni agricole, deforestazioni controllate o scarti di lavorazioni industriali del legno o della carta. I generatori a biomassa sono sia le stufe che le caldaie, ma qual è la differenza?

 

  • Le stufe si integrano nell’impianto di riscaldamento esistente e, in alcuni casi, lo sostituiscono completamente. La combustione del legno (o dei suoi derivati) produce energia termica che viene utilizzata per riscaldare l’aria degli ambienti per convezione.

    Le caldaie possono sostituire la caldaia a gas o a gasolio, senza dover rivoluzionare l’impianto termoidraulico esistente e  la combustione del legno (o dei suoi derivati) produce energia termica che viene utilizzata per riscaldare l’acqua da far circolare nel sistema di distribuzione.

Tra i vantaggi ricordiamo:

    • Il costo delle fonti è decisamente più basso rispetto ai combustibili tradizionali;
    • La legna e i suoi derivati (pellet, segatura e cippato) sono fonti energetiche a impatto neutro. Ciò significa che, durante il processo di combustione, liberano una quantità di CO2 pari a quella che la pianta ha assorbito durante la sua crescita mediante il processo di fotosintesi;
    • La legna si può facilmente reperire;
    • le caldaie a biomassa si integrano facilmente nell’impianto esistente e possono essere abbinate a un bollitore per la produzione di acqua calda;
    • Una caldaia a biomassa contribuisce ad aumentare l’efficienza e il risparmio energetico della abitazione. Per questo lo Stato incentiva questo tipo di interventi e sostiene la riqualificazione energetica attraverso diverse agevolazioni;
    • minori costi in bolletta.

 

  • Un impianto solare termico consente di ridurre notevolmente i costi energetici per produrre l’acqua calda sia per uso sanitario, sia, eventualmente, per il riscaldamento, dando inoltre maggiore valore all’immobile. L’integrazione dei pannelli solari, consente tutta una serie di benefici sia a livello ambientale che economico, tra i più rilevanti:
    • Utilizzano energia pulita ed inesauribile;
    • non rilasciano gas tossici in atmosfera;
    • riducono il consumo di combustibili fossili;
    • permettono di godere di contributi pubblici, agevolazioni fiscali, incentivi, mutui agevolati;
    • aumentano il valore economico della abitazione.

I risultati conseguiti sono il frutto della passione,

dell’attenzione e della professionalità che esprimiamo nel nostro lavoro ogni giorno.